Preventivi ed allacci

Allaccio gas

Si definisce “impianto di derivazione di utenza o allacciamento” il complesso di tubazioni con dispositivi ed elementi accessori che costituiscono le installazioni necessarie a fornire il gas al cliente finale; l’impianto di derivazione di utenza o allacciamento ha inizio dall’organo di presa (compreso) e si estende fino al gruppo di misura (escluso) e comprende l’eventuale gruppo di riduzione.

Richieste di preventivi per allacci gas

Come definito dalla deliberazione 574/2013 e s.m.i., il cliente finale può richiedere la stipula di un preventivo esclusivamente tramite il proprio venditore di gas, ad eccezione dei seguenti casi nei quali può rivolgersi direttamente all’impresa distributrice:

  • richiesta di preventivo per l’esecuzione di lavori in assenza di contratto di fornitura;
  • richieste di spostamento comune di almeno quattro gruppi di misura effettuate da amministratori di condominio per conto dei clienti finali;
  • richieste di spostamento comune di colonne montanti effettuate da amministratori di condominio per conto di clienti finali;
  • richiesta di spostamento di allacciamenti non attivi se effettuate da un richiedente diverso dal subentrante.

Nei casi in cui il cliente finale si sia rivolto ad una società di vendita, A.E.S. Fano Distribuzione Gas provvede alla realizzazione dei lavori di allacciamento solo dopo aver ricevuto l’accettazione di preventivo da parte del venditore di gas e ad avvenuta esecuzione dei lavori da realizzarsi a cura del cliente finale.
Il pagamento del preventivo equivale all’accettazione delle condizioni in esso esposte e solo da quel momento decorreranno i tempi previsti per l’esecuzione dei lavori, al netto dei tempi necessari per l’ottenimento delle dovute autorizzazioni.

In ottemperanza a quanto previsto dalla Deliberazione 40/2014 e s.m.i., il cliente finale dovrà richiedere l’installo del contatore e l’attivazione della fornitura al venditore di gas con il quale intende stipulare il contratto, avendo cura di consegnare tutta la documentazione prevista dalla suddetta Delibera, come definito nel modulo F/40 allegato al preventivo.