Impianti di protezione catodica

Impianti di protezione catodica

Sia le condotte di rete in media che in bassa pressione, essendo interrate nel sottosuolo, oltre al rivestimento in materiale isolante che funge da protezione passiva, necessitano di un impianto di protezione catodica che protegge le tubazioni in acciaio dalle corrosioni che si generano spontaneamente quando una struttura metallica è a contatto con il terreno.
A tale scopo sono state installate, su tutto il territorio in cui si sviluppa la rete gas,   delle centraline di protezione catodica che hanno il compito di immettere corrente nelle tubazioni e mantenere la differenza di potenziale elettrico tra tubo e terreno entro determinati valori.
Così facendo si difendono le condotte gas dagli attacchi corrosivi del terreno e se ne migliora la loro conservazione, funzionalità e durata.

Dati tecnici d’impianto di protezione catodica

  • N. totale di Alimentatori a corrente impressa = 18
  • N. di sistemi (maglie elettriche in cui è divisa la rete) = 6
  • Valore del DDP tubo-terreno: da 1,1 min a 2,1 max

IMPIANTI DI TELECONTROLLO:
Gli impianti sopra descritti sono costantemente controllati da un sistema di
supervisione, denominato telecontrollo, che trasmette ad una postazione centrale determinati dati relativi allo stato di funzionamento degli impianti stessi.
Tale sistema permette di valutare il buon funzionamento di tutta la rete gestita da A.E.S. Fano Distribuzione Gas S.r.l. e di segnalare eventuali anomalie o danni.